Assistenza caldaie Firenze: Clicca e chiamaci al 366.7272279 oppure allo 055.3234070



Assistenza caldaie a Firenze 24 ore: 055.3234070 - 366.7272279 Se hai bisogno di un intervento di assistenza caldaie a Firenze puoi affidarti ai migliori del settore in tutta la provincia. La nostra ditta è operativa tutto l'anno, giorni festivi compresi, 24 ore su 24, per risolvere tutti i tuoi problemi con le caldaie di qualsiasi marca e apportare le riparazioni di cui hai necessità.

Periodiche verifiche sul funzionamento della propria caldaia permettono di prevenire una lunga lista di problemi e guasti, salvaguardando il funzionamento del riscaldamento e dell'acqua calda sanitaria, nonché il rendimento e le prestazioni, controllando che non ci sia bisogno di avviare lavori per riparare o sostituire qualche sua parte danneggiata o malfunzionante prima che queste creino problemi più seri e gravi.

Quando si rende necessario intervenire per lavori di ripristino della propria caldaia è sempre consigliabile affidarsi a professionisti del settore che possano offrirti una pronta assistenza per rispondere pienamente ad ogni necessità e risolvere ogni problema con rapidità e risultati di alta qualità per avere una caldaia sempre in perfetto stato, assicurandole un ciclo vitale più lungo ed efficiente.

Assistenza su caldaie di tutte le marche direttamente a casa tua:

Accorroni, Arca, Argo, Ariston, Baxi, Biasi, Biklim, Bongioanni, Chaffoteaux et Maury, Ecoflam, e.l.m. Leblanc, erreBi, Fer, Ferroli, Fondital, Hermann, ICI, Idragas, Imar, Immergas, Joannes, Junkers, Kollbar, Lamborghini, MTS, Neca, Ocean, Pensotti, Radi, Radiant, Rheem, Rhoss, Robur, Roca, Sangiorgio, Sant'Andrea, Saunier Duval, Savio, Simat, Sime, Sodugaz, Stargas, Step, Sylber, Tata, Thermorossi, Thermovur, Unical, Vaillant, Viessman.

Professionalità ed esperienza al tuo servizio. Installazione e manutenzione di caldaie, impianti termici, bollitori ed annessi, dalla caldaia standard alla caldaia a condensazione agli impianti solari. Pronto intervento e manutenzione sul controllo della funzionalità e sicurezza del vostro impianto di riscaldamento e condizionamento.

NEWS

 

01.07.2016

Installare le valvole termostatiche

Valvole termostatcihe Firenze: 366.7272279 - 393.0134697Le valvole termostatiche oramai sono una vera e propria necessità. Infatti negli impianti centralizzati l'installazione di valvole termostatiche e contabilizzatori permetterà di consumare e pagare energia in base alle nostre reali esigenze e consumi. Ormai manca poco all'entrata in vigore ufficiale delle valvole termostatiche obbligatorie. Entro il 31 dicembre 2016 tutti gli immobili provvisti di impianto di riscaldamento centralizzato dovranno osservare la normativa e inserire valvole termostatiche e contabilizzatori di calore.

In Italia il Decreto Legislativo 4 luglio 2014, n. 102, Attuazione della direttiva 2012/27/UE sull'efficienza energetica, che modifica le direttive 2009/125/CE e 2010/30/UE e abroga le direttive 2004/8/CE e 2006/32/CE, consiste nella norma principale per quanto concerne l'efficienza energetica. La norma, infatti, espone una serie di misure mirate a conseguire un notevole risparmio energetico nel periodo di tempo compreso tra il 1° gennaio 2014 e il 31 dicembre 2020.

L'articolo 9 di questo Decreto Legislativo rimarca l'esigenza di frenare i consumi con la contabilizzazione di ogni singola abitazione e la suddivisione delle spese in base ai consumi effettivi delle stesse. La valvola ha lo scopo di regolare la potenza del calorifero in base le tue necessità; una volta raggiunta la temperatura desiderata, il calorifero smette di funzionare. Ciò ha luogo attraverso la regolazione del flusso di acqua calda in arrivo sul termosifone che, avendo la valvola, è predisposto per giungere ad una precisa temperatura per poi disattivarsi.

La regolazione offre molteplici agevolazioni: nella possibilità di regolare a seconda delle proprie esigenze la temperatura di casa, di regolarla a zone, se lo si desidera in maniera differente nei vari ambienti e, infine, in un risparmio energetico ed economico.

Il ruolo del contabilizzatore consiste nella misurazione dei consumi: il contatore generale deve essere montato dalla società di distribuzione, in corrispondenza dello scambiatore di calore, mentre il proprietario deve far montare i sottocontatori per stimare l'effettivo consumo di calore o di raffreddamento o di acqua calda per ciascuna abitazione. È un dispositivo che, in base alla tipologia di impianto centralizzato, deve essere montato o sui termosifoni, se si tratta di un impianto a colonne montanti, o all'ingresso della distribuzione nell'appartamento, se è sezionato. In breve, è in evidenza che oggi le spese di riscaldamento centralizzato vengono ripartite in base alle tabelle millesimali, in seguito si pagherà in relazione ai reali consumi, mediante la lettura del contatore.

Contattaci con fiducia se hai bisogno di installare le valvole termostatiche nel tuo appartamento, casa, negozio, albergo o condominio a Firenze.

 

6.05.2016

I pannelli solari termici

Pannello solare termico Firenze: 366.7272279 - 393.0134697L'impiego di pannelli solari termici consente di risparmiare sul consumo energetico quotidiano, favorendo la tutela del pianeta. Il risparmio di gas e di metano per la produzione di acqua calda, è un obbiettivo importante che trova nella predisposizione di un pannello solare fotovoltaico oppure di un pannello solare termico chiamato anche collettore solare, fondamentale per la produzione di acqua calda per uso casalingo, che rende possibile il risparmio energetico.

In particolar modo i pannelli solari termici vengono adoperati per la produzione di acqua calda sanitaria, per uso quotidiano senza ricorrere al gas e all'elettricità. Il sole offre la possibilità di generare circa l'80% di energia, tali da soddisfare le esigenze giornaliere di acqua, necessaria per la doccia e per lavare gli indumenti e le stoviglie, l'impianto montato non supplisce la caldaia ma consiste in un complemento, per limitare il consumo di gas che si impiega per generare acqua calda nel corso delle attività domestiche quotidiane. Il consumo di acqua giornaliero si aggira intorno ai 30 - 50 litri a persona, le esigenze di ogni famiglia si presentano però spesso diverse, per questo motivo i valori di riferimento sono solo approssimativi. Di solito un pannello solare di un metro per un metro è capace di produrre al giorno, 80 - 130 litri di acqua calda con una temperatura media di 40°.

L'impianto solare termico è così composto: il pannello solare termico è parte, esso è composto da un radiatore che assimila il calore del sole e lo trasporta ad un serbatoio di acqua, il sistema che consente la circolazione dell'acqua dal serbatoio al rubinetto poi, può essere un sistema di circolazione naturale oppure forzato in questo ultimo caso si esige la predisposizione di una pompa idraulica e quindi urge l'uso della energia elettrica. È preferibile combinare sempre il pannello solare termico ad altri sistemi, a gas come le caldaie o elettrici come lo scaldabagno, un pannello solare infatti per riscaldare l'acqua impiega circa 10 ore e il suo rendimento dipende anche dalle variazioni climatiche, dalla stagione e dalla posizione geografica della zona di installazione. Per l'installazione di pannelli solari termici rivolgiti alla nostra ditta e in poco tempo sapremo fornirti un preventivo e intervenire per l'installazione a norma.

 

11.12.2015

Camino a bioetanolo

Camino a bioetanolo Firenze: 366.7272279 - 393.0134697I caminetti ecologici alimentati da bioetanolo risultano essere un buon sistema di riscaldamento. Il camino ecologico a bioetanolo genera calore senza causare fumi tossici e dunque senza ledere l'ecosistema.

Il bioetanolo è una sostanza composta da alcool etilico biologico, ottenuta facendo fermentare biomasse vegetali ad alto contenuto zuccherino, come ad esempio mais, orzo e barbabietole da zucchero. Il bioetanolo esiste sotto forma liquida e la dose necessaria per circa tre ore di funzionamento del camino intorno ai due litri.

La potenzialità di riscaldamento dei camini a bioetanolo è medio alta e aumenta rapidamente in ambienti medi. Persino per quanto concerne la struttura del camino possiede delle caratteristiche funzionali. Non è necessaria la presenza della canna fumaria in quanto non vengono prodotti fumi da eliminare nell'ambiente esterno. Questo fa sì anche che il calore non venga disperso in alcun modo e rimanga all'interno delle stanze.

Il cuore del camino a bioetanolo è costituito dal serbatoio in cui è contenuto il combustibile. Il serbatoio a sua volta contiene una pietra porosa che, fissata alla parete attraverso una guarnizione, attinge al combustibile. Esso mediante la natura porosa della pietra, viene da essa assorbito per poi essere emesso nell'aria sotto forma di gas i quali, unendosi all'aria, vengono poi arsi totalmente. Data la sua struttura poi, il camino a bioetanolo è anche molto sicuro, perchè la pietra all'interno del serbatoio divide tra di loro la fiamma ed il combustibile ostacolandone il contatto diretto.

I vantaggi che provengono dall'impiego di un camino a bioetanolo sono numerosi: in primis il rispetto della salute ambientale. A tal proposito evidenziamo che il bioetanolo è un combustibile del tutto biodegradabile che non contiene zolfo e di conseguenza le emissioni di monossido di carbonio e di anidride carbonica sono molto basse. L'installazione del camino non avviene in modo complicato, perché non implica l'allaccio alla rete elettrica o all'impianto del gas. Dunque il camino può essere ubicato in una qualunque zona dell'abitazione, in base alle esigenze personali. L'utilizzo del bioetanolo è inoltre molto pratico, dal momento che, essendo in forma liquida, può essere contenuto e trasportato in comode bottiglie o taniche e soprattutto non occupa molto spazio all'interno della casa, come avviene invece di solito con la legna.

Numerosi sono poi i vantaggi dal punto di vista estetico dati dal camino a bioetanolo. I camini sul mercato del settore presentano forme, dimensioni e colori diversi, prefetti per a qualsiasi esigenza d'arredo: a stufa, a parete o dalla classica forma di camino fino ad arrivare a veri e propri esempi di design per chi deve arredare ambienti dallo stile esclusivo.

 

 

04.12.2015

Caldaie a pellet

Caldaie a pellet Firenze: 366.7272279 - 393.0134697Le caldaie a pellet risultano senz'altro tra le più convenienti. Il pellet è un combustibile solido, consiste in una serie di parti di legno che si ottengono dalla segatura che deriva dal legno non trattato. Il pellet deriva dalla segatura: innanzitutto ha luogo l'essiccazione del legno poi dopo la compressione, così da realizzare dei piccoli cilindri del diametro di 6-8 mm e della lunghezza di 10-30 mm. Inoltre il pellet è valutato un prodotto ecologico in grado di gararntire un efficiente prestazione, perché grazie alla lignina, contenuta nel legno, e alla sua capacità legante, non esige di sostanze chimiche estranee per essere compattato.

Dunque adoperare una caldaia a pellet significa impiegare un sistema ecocompatibile. Infatti una caldaia a pellet genera anidride carbonica e sprigiona una tasso molto ridotto di sostanze inquinanti. La combustione dei pellet avviene a CO2 neutro. Durante la crescita gli alberi assorbono CO2, sprigionata poi durante la combustione, questo processo avverrebbe naturalmente se gli alberi marcissero nel bosco. È bene sapere che per realizzare i pellet non si disboscano alberi in più, ma si procede impiegando gli scarti del legno trattato, inoltre il pellet si presta al trasporto.

I pellet sono poco ingombranti rispetto alla legna, richiedono uno spazio molto ridotto. Basti pensare che il rifornimento per un anno di un‘abitazione singola moderna può essere conservata in 4 m2 circa.

Apparentemente la caldaia a pellet si presenta analoga ad una qualsiasi caldaia a gas. Infatti può essere foderata di acciaio, ceramica o pietra, la sua forma le consente di poter essere collocata in molteplici ambienti perché uguale ad una caldaia a gas. Però è opportuno evidenziare che la caldaia a pellet possiede un container in cui introdurre il pellet e il cui volume si differenzia in base ai modelli, ve ne sono da un minimo di 10 -11 kg fino ad giungere oltre i 60 kg. In pratica se la caldaia è in funzione, il pellet viene trasportato nel braciere mediante un canale dunque arso.

 Non di secondaria importanza è da evidenziare che come tutte le caldaie si può collegarla all'impianto elettrico. La potenza termica di una caldaia deriva dalle sue dimensioni e dalla quantità di pellet bruciato; sulla sua prestazione incide anche la tipologia di pellet adoperato. È opportuno riflettere se decisere di installare presso la propria abitazione una caldaia a pellet, innumerevoli sono le possibilità di risparmio energetico congiunte inoltre alla salvaguardia dell'ambiente.

Fondamentale è essere a conoscenza del fatto che le caldaie a pellet si presentano perfette per tutti gli edifici. Mentre le pompe di calore elettriche, sono ideale per fabbricati molto isolati con riscaldamento solo a pavimento o a parete. Dunque se optate di installare una caldaia a pellet investirete non soltanto in un futuro risparmio sui consumi per produrre energia o calore, ma contribuirete alla tutela del pianeta, già troppo martoriato dallo sfruttamento delle materie prime da parte dell'uomo.

La nostra azienda leder nel settore è in grado di soddisfare le vostre esigenze, installeremo a casa vostra la caldaia a pellet in tempi rapidi grazie ad un team di tecnici esperti e specializzati.

 

10.10.2015

Impianto a pannelli radianti

Pannelli radianti Firenze: 366.7272279 - 393.0134697Il sistema di riscaldamento a pannelli radianti sta col tempo prendendo sempre più piede nelle case degli italiani, il merito, oltre i chiari vantaggi del nuovo sistema, sono ritrovabili anche negli incentivi fiscali sull'installazione delle caldaie a condensazione, che sono le più indicate per questa tipologia di impianto.

Il vantaggio di avere installato un impianto radiante termico si riscontra nella vita di tutti i giorni con un impatto estetico ed un ingombro nullo garantito dalla modalità di posa di questi, che possono essere installati sul soffitto, sul pavimento e anche alle pareti verticali della casa, a seconda del modello e della tipologia scelta.

Gli impianti radianti posti nel pavimento sono i più indicati per svolgere il compito di riscaldare gli ambienti preposti, mentre quelli posti sul soffitto sono più efficaci per la funzione di climatizzazione estiva, questo per via del moto dell'aria, che quando viene riscaldata tende a salire, per scendere nuovamente una volta raffreddatasi.

In più è possibile dotare questi impianti di strumenti appositi per la regolazione e l'uso corretto del proprio impianto radiante, in grado di controllare e razionalizzare ulteriormente i consumi tramite il settaggio di fasce orarie e delle temperature desiderate.

 

29.08.2015

Caldaia a condensazione con pompa di calore ad aria

Sistema ibrido fra caldaia a condensazione e pompa di calore ad aria Firenze: 366.7272279 - 393.0134697Il progresso tecnologico ha portato alla creazione di un innovativo sistema ibrido che integra una caldaia a condensazione con una pompa di calore ad aria, per consentire la produzione di acqua calda sanitaria con costi ancora più convenienti e con consumi minori, il tutto senza dover intervenire con lavori grandi ed invasivi, come previsto invece nei casi in cui era utilizzata comunemente la pompa di calore, ovvero impianti geotermici e fotovoltaici, mentre, con questo sistema, è possibile intervenire anche in abitazioni condominiali e non solo in case di proprietà.

Questo è possibile in quanto col sistema ibrido è possibile sostituire una tradizionale caldaia con una nuova a condensazione, aggiungendo in più una piccola unità esterna, ovvero la pompa di calore, dalle dimensioni contenute e non eccessivamente ingombrante, installazione che permetterà di combinare le due differenti tecnologie per lavorare assieme o alternativamente, per una produzione di acqua calda sanitaria o per il riscaldamento della propria abitazione vantaggiosa e conveniente.

Inoltre, in presenza di basse temperature, la pompa di calore interviene per sostenere un corretto funzionamento della caldaia che vede così ridurre i propri consumi, mentre la caldaia quando si alazano le temperature si spegne per lasciar operare solo la pompa di calore, collaborando quindi per una gestione delle risorse e dei consumi più razionale ed efficiente.

Per riuscire a collegare con efficacia i due diversi sistemi non sono necessari interventi lunghi e dispendiosi, ma la presenza di un esperto fin dalla sua progettazione ti permetterà di trovare il modello e la soluzione più adatta alle tue necessità per realizzare un impianto ibrido sicuro e soprattutto a norma secondo le attuali norme.

 

07.03.2014

Riscaldamento con i pannelli radianti

Riscaldamento con i pannelli radianti a Firenze: 366.7272279 - 393.0134697Il sistema di riscaldamento a pannelli radianti sta col tempo prendendo sempre più piede nelle case degli italiani, il merito, oltre i chiari vantaggi del nuovo sistema, sono ritrovabili anche negli incentivi fiscali sull'installazione delle caldaie a condensazione, che sono le più indicate per questa tipologia di impianto.

Il vantaggio di avere installato un impianto radiante termico si riscontra nella vita di tutti i giorni con un impatto estetico ed un ingombro nullo garantito dalla modalità di posa di questi, che possono essere installati sul soffitto, sul pavimento e anche alle pareti verticali della casa, a seconda del modello e della tipologia scelta.

Gli impianti radianti posti nel pavimento sono i più indicati per svolgere il compito di riscaldare gli ambienti preposti, mentre quelli posti sul soffitto sono più efficaci per la funzione di climatizzazione estiva, questo per via del moto dell'aria, che quando viene riscaldata tende a salire, per scendere nuovamente una volta raffreddatasi.

In più è possibile dotare questi impianti di strumenti appositi per la regolazione e l'uso corretto del proprio impianto radiante, in grado di controllare e razionalizzare ulteriormente i consumi tramite il settaggio di fasce orarie e delle temperature desiderate.

 

 

07.03.2014

Acqua calda con la caldaia a condensazione

Sostituzione caldaie Firenze: 366.7272279 - 393.0134697Oltre alle caldaie tradizionali diffuse ampiamente su tutto il territorio, cominciano ad essere maggiormente presenti i modelli più recenti di caldaie a condensazione che portano con loro notevoli innovazioni che le porteranno nel tempo a sostituire tutti i modelli più obsoleti.

Il principale beneficio offerto da questi modelli è dato dalla sua tecnologia innovativa che permette di trasferire all'acqua da riscaldare non solo il calore prodotto dalla combustione del suo combustibile, ma anche il calore latente prodotto durante la condensazione dei fumi di scarico, tramite uno scambiatore.

Ciò permette inoltre di ridurre la quantità di calore disperso attraverso il mantello della caldaia stessa, e riduce la temperatura dei fumi in uscita, che ci permette di utilizzare dei sistemi di fumisteria in pvc, più economici e maneggevoli in fase di installazione, se ritenuto necessario.

Ricordiamo che fino al 12.12.2015 è possibile avvalersi delle detrazioni sulle spese sostenute fino al 65% per interventi atti a installare una caldaia a condensazione sostituendone una tradizionale.

Infine, è sempre bene tenere conto che a seconda del tipo di combustibile utilizzato, i vantaggi di questa tecnologia a condensazione possono essere differenti, si hanno infatti risultati decisamente migliori nei casi in cui il combustibile utilizzato sia il metano, in quanto la differenza tra potere calorifero inferiore e superiore permette un recupero di calore ingente, a differenza di altri gas combustibili.

 

28.02.2014

Verifiche della caldaia

Sostituzione caldaie Firenze: 366.7272279 - 393.0134697L'obbligo di far controllare periodicamente la propria caldaia da un esperto abilitato, da un lato ci permette di tenere sotto controllo l'inquinamento che questa può produrre, e dall'altro tiene sotto controllo l'efficienza e il corretto funzionamento del nostro apparecchio.

Nel controllo del proprio impianto non deve mai mancare qualche intervento di manutenzione, magari pulendo il bruciatore o controllando che lo scarico dei fumi avvenga in maniera corretta ed efficiente, verificando che questi non abbiano una concentrazione di ossido di carbonio troppo alta.

è sempre bene ricordare che le tempistiche dei controlli per verificare l'efficienza energetica della propria abitazione sono di due anni per gli impianti domestici di riscaldamento e climatizzazione superiori a 10Kw e inferiori a 100Kw a combustibile liquido o solido, mentre per gli impianti della stessa potenza ma con funzionamento a GPL o Gas metano i tempi di verifica diventano di 4 anni.

Questi interventi di controllo e manutenzione devono essere eseguiti da operatori abilitati e in possesso dei requisisti di legge necessari, ed è sempre a lui che spetta, al termine delle operazioni di controllo periodico dell'impianto, effettuare un controllo di efficienza energetica i cui esiti vanno riportati nel libretto di impianto e sul pertinente rapporto di controllo di efficienza energetica, che deve essere rilasciato al responsabile dell'impianto che ne sottoscrive copia per ricevuta e presa visione.

 

29.11.2014

Sostituire la caldaia

Sostituzione caldaie Firenze: 366.7272279 - 393.0134697Quando si ha a che fare con una caldaia di potenza inferiore a 35kW che necessita di essere sostituita, è necessario innanzitutto effettuare delle valutazioni che attestino il livello di efficienza e di sicurezza che questa ancora conserva, e far effettuare tutte le operazioni necessarie da personale specializzato e qualificato per questo tipo di lavoro.

Tutto ciò è necessario per poter definire correttamente qual è il rendimento medio attuale della caldaia, per poter poi rapportarlo al fabbisogno di energia dell'abitazione in cui questa è installata, proprio per definire se è necessario o meno sostituirla, per poter beneficiare di consumi minori per il riscaldamento della casa scegliendo un modello che possa ridurre la spesa energetica in bolletta.

Normalmente, le caldaie con potenza inferiore a 35kW sono quelle classificate come di tipo C e B, e la loro tipologia comprende ad esempio modelli come quelli a tiraggio forzato e quelli a camera stagna di combustione.

Grazie all'entrata in vigore di una nuova modifica alle norme che regolano l'impiego degli scarichi a parete, soluzione che ultimamente era molto limitata con deroghe concesse solo in pochi specifici casi, ora è stata introdotta una ulteriore possibilità di deroga all'obbligo di munirsi di uno scarico a tetto, previsto nel caso si voglia installare un apparecchio a condensazione appartenente ad una classe meno inquinante delle altre elencate prima.

La deroga sarà possibile purchè vengano rispettate le distanze indicate della norma UNI 7129 che specificano quanto l'installazione dovrà trovarsi lontana da elementi come balconi, o aperture di areazione e di ventilazione, finestre e altri, anche in caso di distacco di una singola utenza da un impianto di riscaldamento centralizzato per passare ad uno autonomo.

 

11.10.2014

Manutenzione per lo scaldabagno

Manutenzione scaldabagno Firenze: 366.7272279 - 393.0134697Ora che la bella stagione va terminando, è importante capire se si è adeguatamente preparati ad affrontare il freddo alle porte per tutto il tempo che verrà, grazie all'efficacia e alle prestazioni del proprio impianto di riscaldamento, ed è quindi una buona abitudine quella di voler controllare il corretto funzionamento di caldaia, scaldabagno e tutto il resto.

Anticipare questo genere di manutenzione permette di avere un lasso di tempo abbastanza ampio per progettare tutti gli interventi ritenuti necessari e che fatti periodicamente ci permettono di allungare la vita al nostro apparecchio, riparando o sostituendo le parti danneggiate o consumate in tempo per l'arrivo del freddo.

Che ci sia da sostituire valvole o i tubi d'allacciamento, o un pezzo in particolare dell'apparecchio, il risultato che si otterrà sarà quello di una spesa inferiore per il riscaldamento durante la stagione invernale, in quanto uno scaldabagno o una caldaia funzionale e efficiente è in grado di produrre più calore utilizzando meno combustibile, liquido o gassoso che sia.

Avere cura del proprio scaldabagno, così come del porprio impianto di riscaldamento, è importante non solo energeticamente, ma anche perchè i controlli sull'efficienza energetica degli impianti domestici effettuati a campione possono decretare il proprio impianto carevole di manutenzione e quindi di sanzionare il proprietario nel caso di abitazione singola o l'amministratore in caso di condominio con riscaldamento centralizzato.

 

04.10.2014

Le cause dei malfunzionamenti della caldaia

Caldaie Firenze: 366.7272279 - 393.0134697Alcune parti delle caldaie, come gli scambiatori, sono in continuo contatto con l'acqua in circolo nell'impianto, e a causa della presenza di sali, solfati e silicati nel liquido, causano il verificarsi di processi di incrostazione su queste ed altre zone, che costituiscono tra i principali motivi di malfunzionamento delle caldaie.

Fra gli accumuli più diffusi c'è sicuramente il carbonato di calcio, che si forma in seguito alla decomposizione del bicarbonato di calcio che va a formarsi nell'acqua ad elevate temperature, troviamo poi altri sali meno dannosi in quanto più solubili, come i sali di magnesio e il solfato di calcio.

Fra i diversi residui troviamo anche accumuli di silice, che è abbastanza pericolosa per via della sua solubilità nel vapore, rendendola in grado di raggiungere le altre componenti della caldaia, come pompe, valvole e tubazioni, e andandole a danneggiare con le sue incrostazioni particolarmente dannose in quanto sono resistenti agli acidi e quindi ai normali lavaggi chimici degli impianti.

Anche nelle nuove caldaie a condensazione si verificano dei fenomeni di accumulo nei circuiti di raccolta e di smaltimento della condensa, producendo ossidi di ferro e rame in grado di causare danni che portano ad un aumento dei consumi.

Grazie a dei periodici e preventivi lavaggi chimici, è possibile prevenire e limitare i danni sia di natura meccanica, sia legati al danneggiamento delle barriere isolanti degli scambiatori, permettendo di limitare soprattutto la corrosione delle parti metalliche del proprio impianto.

Scegliendo delle nuove caldaie è possibile trovare dei modelli che integrano al loro interno dei moderni scambiatori e delle nuove camere di combustione in grado di resistere ai fenomeni della corrosione grazie ai materiali innovativi di cui sono composti.

 

27.09.2014

Soluzioni per le acque di condensa

Pompe per acqua di condensa Firenze: 366.7272279 - 393.0134697Alcuni dispositivi di nuova generazione, come le caldaie a condensazione o i climatizzatori, sono la causa di una produzione di condensa dovuta alla creazione di gocce d'acqua al passaggio dell'aria calda e umida sull'evaporatore, e questa condensa necessita di essere smaltita con i giusti mezzi.

Se non è presente una pendenza adeguata, rendendo impossibile lo smaltimento per effetto della sola gravità, quest'acqua necessita di essere smaltita tramite appositi scarichi attraverso una pompa che la convogli in maniera corretta.

Esistono in commercio strumenti appositi, dotati di apposite valvole che impediscono il rientro dell'acqua di scarico con rischi di possibili ristagni annessi, causa molto spesso di contaminazioni batteriche dell'ambiente, inoltre queste pompe permettono di evitare l'uso di fastidiose tubazioni antiestetiche in giro per casa.

Esistono modelli molto differenti per funzionamento e caratteristiche tecniche di queste pompe per l'acqua di condensa, che possono essere monoblocco o biblocco, e che, a seconda della tecnologia che utilizzano, possono essere a pistone oscillante, pompe centrifughe, peristaltiche e pompe a membrana.

Questi dispositivi, quando installati correttamente, permettono di ottenere prestazioni elevate, con tempi di funzionamento ridotti ed una rumorosità molto lieve, e, inoltre, grazie alla presenza di accessori che ne aumentano le funzionalità, hanno una durata molto lunga nel tempo senza dover essere sostituite.

 

22.03.2014

Gli interventi di manutenzione sulle caldaie: le nuove norme

Caldaie novità 2014 Firenze: 366.7272279Per via delle direttive europee sul rendimento energetico, l'Italia si aggiorna con nuove misure per i controlli di manutenzione per gli impianti termici. Questa serie di norme comporterà sicuramente un passo in avanti per la cultura del risparmio energetico e cambierà l'approccio di milioni di famiglie alla gestione delle loro caldaie autonome.

Le nuove cadenze dei controlli sulle prestazioni e sull'efficienza delle caldaie saranno:

-di 2 anni per gli impianti termici a combustibile liquido o solido
-di 4 anni per impianti a gas metano o GPL

In entrambi i casi, ove gli impianti superino o eguaglino la potenza termica di 100Kw, i tempi fra un controllo e l'altro si dimezzano, quindi in lassi di tempo di 1 anno e 2 anni rispettivamente.

Si nota quindi come non ci siano più differenze date dalla tipologia o dall'età delle caldaie, e questo importante rinnovamento normativo è dovuto soprattutto all'evoluzione tecnologica delle caldaie; e grazie alle nuove misure adottate si potranno risparmiare dai 60 agli 80 euro annui a famiglia..



08.03.2014

Tutte le ultime novità sulle caldaie

Caldaie novità 2014 Firenze: 366.7272279Sul mercato esistono già diverse soluzioni per la scelta di una caldaia, oggi però il mercato si arricchisce ancora di novità sempre più ingegnose e frutto dell'evoluzione delle tecnologie per assicurarti un comfort sempre maggiore e un risparmio di energia maggiore. Oggi esaminiamo dei nuovi sistemi tecnologici sviluppati per le caldaie murali, ideali per il benessere quotidiano, che forniscono contemporaneamente calore e acqua calda sanitaria garantendo la massima efficenza. Queste nuove generazioni di caldaie, grazie all'innovativo sistema M.A.D. (Micro Accumulo Dinamico), permettono di selezionare il funzionamento specifico della caldaia in base alle proprie esigenze; si possono infatti scegliere fra tre diverse modalità d'uso semplicemente premendo un pulsante. Selezionando la modalità ECO il sistema viene attivato aprendo e richiudendo entro 5 secondi il rubinetto dell'acqua calda, così facendo consentiamo alla caldaia l'accensione del bruciatore e l'acqua contenuta nella caldaia viene riscaldata alla temperatura prescelta, di modo tale che riaprendo il rubinetto dopo alcuni istanti l'acqua calda è subito disponibile al punto di uscita. In questo modo, si evita il normale spreco di acqua fredda riscontrabile nei comuni apparecchi. Selezionando la modalità COMFORT l'acqua calda sanitaria presente in caldaia viene costantemente mantenuta alla temperatura desiderata, in modo tale che anche nelle fasi iniziali del prelievo l'acqua è già alla temperatura ideale per un comfort avvolgente e istantaneo.
La terza ed ultima modalità è quella Comfort/ECO, ovvero la possibilità di impostare tramite un timer delle fasce orarie che permettano l'accensione e lo spegnimento programmato delle prime due modalità per evitare gli sprechi e garantire sempre il perfetto funzionamento e le temperature che vuoi tu, quando vuoi tu, senza sprechi.
Altra novità che viene incontro ai bisogni e alle necessità dei consumatori sono i modelli più recenti, dotati di una piastra orizzontale di montaggio che consente di installare con più facilità e con più rapidità l'impianto idraulico alla caldaia, in tal modo anche sostituire o riparare eventuali guasti diviene ancora più facile e meno invasivo, una particolare scocca ed il peso contenuto rendono queste nuove caldaie estremamente manegevoli al punto che basta una sola persona per l'installazione abbreviando ulteriormente i tempi di collegamento dell'impianto.

I migliori idraulici di Firenze

Finalmente i migliori idraulici professionisti di Firenze e di tutta la provincia a tua completa disposizione per risolvere i tuoi problemi.

Leggi tutto

Operativi in tutta la Provincia

Idraulico Firenze ti offre un servizio di pronto intervento idraulico in tutti i comuni della Provincia di Firenze 24 ore su 24.

Leggi tutto

Da te in pochi minuti

Non aspettare! Chiamaci subito e in pochi minuti un nostro idraulico raggiungerà la tua abitazione, negozio, ufficio o azienda.

Leggi tutto

Chiama ora

Chiamaci al 366.7272279, al 393.0134697 o allo 055.3234070: pronto intervento idraulico 24 ore su 24, 365 giorni all'anno giorni festivi compresi!

Clicca e chiama

Un bravo idraulico in tutta la città di Firenze 24 ore su 24 al tuo servizio

Idraulico Firenze Quartiere 3: Gavinana - Galluzzo

Idraulico Gavinana
Idraulico Galluzzo
Idraulico San Gaggio
Idraulico Collina sud
Idraulico Sorgane
Idraulico Ponte a Ema